News ed Eventi

La presentazione della nuova stagione con Mike Oosterveen torna alle news


Serata accogliente e piena di buon umore quella del 22 settembre, alla presentazione della nuova stagione agonistica (nella foto da sinistra Oosterveen, Svander e Lazzari)

È stata una bella serata di festa quella che si è tenuta ieri sera, venerdì 22 settembre al Tennis Club San Marco con l’inizio ufficiale della stagione da condividere con i frequentatori del circolo.

Ma è stata anche l’occasione per scambiare due battute con il nuovo coach Mike Oosterveen, già al lavoro per i prossimi corsi di tennis, e con l’altro allenatore del club Lazzari.

Una piacevole chiacchierata che ha svelato allo scrivente due competenti istruttori con un solo comune denominatore. Far crescere, secondo le indicazioni di Filippo Svander, il Tennis Club San Marco sia agonisticamente che numericamente.

La sfida è allettante, e i presupposti sono buoni.

Oosterveen può portare la sua esperienza internazionale per ampliare gli orizzonti della scuola di tennis. “Siamo il team San Marco,” esordisce il neo coach con il suo italiano misto inglese e portoghese. “Adesso con il mio nuovo amico (indicando Lazzari) formiamo una coppia che non ha paura di nulla. Possiamo far crescere i nostri giovani e scoprirne le doti nascoste, valorizzandone il talento e facendoli maturare.”

Quali le differenze con il resto d’Europa, considerato che in Italia molte volte i giovani talenti vengono sacrificati all’altare della popolarità?

“Il talento, la classe si sentono a fiuto” confessa Oosterveen, “l’importante è non smettere di crescere. Non aver paura di affrontare le difficoltà. Poi se un giocatore si rivela molto bravo perché non offrirgli l’opportunità di confrontarsi con altri del suo livello?”

Adesso si apre, quindi, una stagione di lavoro che i nostri due allenatori sono pronti ad accogliere a braccia aperte, dall’alto della loro lunga militanza sui campi da tennis come istruttori. Per Mike poi, già allenatore di Richard Kraijcek, una nuova avventura da affrontare con il sorriso e il buon umore, quello che ha accompagnato questo nostro scambio di opinioni.